Ditemi che non è vero / Tell me it’s not true

Avevo il cuore che mi batteva velocissimo e per un istante mi sembrò di non riuscire a prendere fiato.

Ero terrorizzata!

” Ditemi che non è vero…. non è accaduto veramente…. vi prego…. ditemelo ” mi ripetevo con voce muta.

” Matteo mi ama …. non mi farebbe mai del male. È stato solo un momento di rabbia ” e mentre questa voce continuava a risuonare dentro di me, sapevo bene che era appena stata imboccata una strada senza uscita.

” Matteo mi ama ….. Matteo non mi farebbe mai del male…. Matteo…..”

Matteo era salito in macchina e per accenderla, gettò con rabbia la chiave sul cruscotto e crepò il vetro.

” Mio Dio aiutami…. adesso mi ammazza. Non devo farlo arrabbiare ancora, devo stare zitta in un angolo fino a quando non siamo rientrati a casa. ”

Fu il viaggio più lungo, brutto, triste della mia vita. Lui guidava ai due all’ora per paura che il vetro si rompesse definitivamente ed io cercavo di essere invisibile, mentre pensavo che quella era la fine del nostro rapporto.


My heart was pounding and for a while I thought not to take a breath.

I was terrified!

” Tell me it’s not true…..it didn’t happen really…..please…tell me” I told myself with a silent voice.

” Matthew loves me…. he would never hurt me. It was only an incident due to angry” and while this voice still continued to pound through my body, I knew well we took a dead end street.

” Matthew loves me…. he would never hurt me…..Matthew…”.

Matthew got in the car and for starting he threw the key angrily on the dashboard and the glass crashed.

” My God…. help me….now he’ll kill me. I couldn’t make him angry again, I had to stay in silence until we got home.”

It was the longest, baddest and saddest trip of my life. He was driving slowly for fear that glass breaking definitely and I tried to be invisible and thought it was the end of our love.

Leave a Reply

Your email address will not be published.