La tigre ed il lupo / The tiger and the wolf

«Ehi….ehi tu…. si può sapere perché mi stai spiando? … chi diamine sei e cosa vuoi da me?»

Ero uscita di casa e stavo camminando con passo veloce in direzione dello sconosciuto urlandogli contro…

Proprio come una tigre quando avvista la sua preda: insomma, una pazza che gridava all’alba in una strada di un quartiere solitamente tranquillo.

Lo sconosciuto non si scompose ed aspettò che mi avvicinassi.

«Ciao Fragola, sono felice di vedere che stai bene… solo tu potevi uscire in pigiama e gridare a quest’ora del mattino…»

«François? ….ma porca puttana…ancora tu!? Ma sei matto a spiarmi, ma cosa vuoi? Cosa vuoi dalla mia vita? Vattene … hai capito vatteneeeeee…. mi hai fatto prendere un colpo.»

Le mie grida avevano svegliato il quartiere ed ora una folla di sguardi curiosi ci stavano fissando. Mio padre stava venendo in mio soccorso e Max, munito di una mazza da baseball, correva verso di noi.

«Fragola calmati …. e, scusami, ma sono stato così preoccupato per l’incidente e…mi sono sentito in colpa per non averti salutato come si deve, quel giorno a casa di Colette. Scusami scusami…. Fragola…. io ti amo.»

Fermo immagine!

“l’Apocalisse. Il Caos. L’Incredulità. Lo Spavento ……..ed una tigre che davanti al lupo si stava trasformando in una margherita, grazie al suono di due paroline magiche.”


«Hey….hey you…. why are you spying on me?….who the hell are you ? And what do you want?»

I went out home and I was quickly walking towards that stranger and I was yelling at him….

Just like a tiger when she’s chasing her prey: in short, a crazy woman who screamed at dawn in a usually quiet quarter road.

The stranger didn’t care and he waited for me to get closer.

«Hi Strawberry, I’m very happy to see you are fine…. only you could get out with pajamas, screaming out at this early hour…»

«François … for fuck sake, you again!? Are you crazy spying on me, but what do you want? What do you want from my life? Please go away…. did you understand? You scared the shit out of me.»

My cries waked up the quarter and now a crowd of funny looks was looking at us. My Dad was coming to help me and Max was running towards us with a baseball bat.

«Calm down Strawberry… and please excuse me but I was so worried for your accident and… I felt bad I didn’t give you a proper send-off at Colette’s house that day. Please forgive me, I’m sorry…. Strawberry….I love you.»

Freeze frame!

“Apocalypse. Chaos. Unbelief. Scare……and a tiger that in front of a wolf, was turning into a field of daisies thank to the sound of two magic words.”

Leave a Reply

Your email address will not be published.