Un sacchetto di biglie / A bag of Marbles

Un sacchetto di biglie / A bag of Marbles

È una delle troppe orribili storie che ci sono pervenute dai sopravvissuti all’Olocausto.

La storia di due fratelli ebrei, Joseph e Maurice Joffo che furono costretti a fuggire da Parigi nel 1941 per cercare di raggiungere la terra neutra, allontanandosi dalla loro famiglia.

Così piccoli, così impauriti ed increduli di fronte a tutto quello che stava succedendo…

Con pochi spiccioli in tasca e tanto tanto coraggio.

Il loro padre gli disse di non rivelare a nessuno di essere ebrei e piuttosto di sopportare eventuali percosse ma sempre con la speranza di riuscire a sopravvivere.

Ma Joseph era solo un bambino di 10 anni che amava giocare con le biglie.

E con una biglia di colore blu stretta nella sua piccola mano, gli insegnamenti del padre e l’amore di suo fratello, riuscirà a salvarsi.


This is one of many horrible stories from the Olocaust’s survivors.

 

The story of two Jews brothers, Joseph e Maurice Joffo that during the 1941 were forced to escape from Paris trying to reach a neutral territory, far from their family.

So much little, so much fearful and unbelieving facing to everything was happening…

With a few coins in their pocket and very much courage.

Their father told them don’t reveal to anybody to be Jews and to head out beatings in order to have a chance of surviving.

But Joseph was only a 10 years old child that loved playing with his marbles.

And with a blue marble in his hand, thanks to his father’s lessons and his brother’s love, he will leave here alive.

Leave a Reply

Your email address will not be published.