Una vita da mediano / A midfielder’s life

La vita del direttore si potrebbe definire una vita da mediano.

Mai una volta in prima fila ad attaccare o a segnare, piuttosto al centro a passare la palla giusta agli altri e a fare squadra.

Io credo che si debba nascere mediano, è una predisposizione e mio Zio è nato proprio al centro.

Al centro della sua tranquillità, della sua simpatia, della sua goffaggine, del suo universo e la sua fortuna consiste nel non desiderare qualcosa di diverso.

Tante volte ho pensato a lui come ad un essere privilegiato perché, non mettendosi in discussione, si è trovato di fronte ad un quarto dei problemi che riguardano un po’ tutti: il lavoro; la famiglia; la quadra dei conti …

…. però poi non sono mai riuscita ad immaginarmi al suo posto, perché io sono un attaccante.

Quindi il vero privilegio è vivere nel rispetto di ciò che siamo e questo è l’insegnamento che mi ha donato mio zio, il Direttore.

Dobbiamo sempre farci una domanda quando proviamo una sana invidia nei confronti di qualcun altro:

– io sarei felice al suo posto?

Vi assicuro che se questo qualcuno è ricco sfondato la prima risposta sarà sempre affermativa 😄 ma andate avanti a cercare la seconda … sarà quella giusta.


Director’s life could be defined a midfielder’s life.

Never in first line to attack or score a goal, rather than in the center to make an assist and to build the team.

I think you have to born midfielder, it’s a predisposition and my uncle is born just in the center.

In the center of his quiet, sympathy, clumsiness, of his universe and he is lucky because he doesn’t desire anything else.

Many times I thought of him as a privileged person because he never questioned and so he had a quarter of everyone’s problems: job, family, accounts…..

… but I can’t image myself in his shoes because I’m a striker.

So the real privilege is to live our life respecting what we are, that’s the lesson my uncle, the Director, taught me.

We must ask ourselves a question every time we are feeling a healthy envy of someone:

-Could I be happy on his shoes?

I can tell you that if someone is very rich, the first answer could be always positive 😁 but go on to find the second one… that will be the right!

Leave a Reply

Your email address will not be published.