Le promesse / Promises

Un classico, presi conoscenza dopo aver ricevuto qualche buffetto sulle guance ed aver sentito gocce di acqua cadere sul volto.

«no no ….aiutoooooo…non so nuotare!!….e poi ho visto un uomo che assomiglia a mio padre….» farfugliando cose di questa entità iniziai ad aprire gli occhi.

Porca miseria, quello ero davvero mio padre 😳!

Nel tragitto dall’aeroporto di Parigi a Tour, mentre guidava, mi raccontò a sommi capi la motivazione per la quale era finito a fare l’autista in Francia e si spiegavano un milione di cose sul suo comportamento. Cioè, stavo comprendendo le difficoltà che anche lui ebbe dopo il divorzio ma, ovviamente, tale comprensione non giustificava la sua assenza nei miei confronti.

Ma quello non era né il luogo né tantomeno il momento di affrontare certi discorsi.

Lo ascoltai, fu come un sollievo averlo rivisto…. una specie di balsamo al mentolo per le ferite e poi un incessante flashback di ricordi.

Arrivati alla residenza del proprietario del dipinto, ci salutammo con un abbraccio e con la promessa di rivederci l’indomani. Al che gli proposi di venire con me a Parigi.

Ci saremmo incontrati al mattino presto davanti allo auberge nel quale alloggiavo.


Like as a classic, I took knowledge after receiving some flips and drops of water on the face.

«no….no….heeeelp me…..I can’t swim!! And then I saw a man that looked like my father..» babbling things like these I began opening my eyes.

Holy shit, that man was really my father 😳!

During the road from Paris Airport to the city of Tour, he told me about his transfer in France and why he was doing the driver so I understood something about his behavior. I mean, I understood the difficulties he had after divorce but it didn’t explain his absence in reference to me.

But that was neither the place nor the moment to face certain matters.

I listened him, it was like a relief to have seen him again…a kind of menthol balm for wounds and then an incessant flashback of memories.

Once we arrived at the owner’s residence, we greeted each other with a hug and with the promise to meet again tomorrow.

Whereupon I proposed him to come to Paris with me.

We would meet early in the morning in front of the auberge where I was staying.

Leave a Reply

Your email address will not be published.