Il maestro silenzio / The teacher silence

Il maestro silenzio / The teacher silence

Ascolta…ascolta questo silenzio che ci sta circondando!

Fa più rumore di tante parole dette senza un significato importante…

Ascolta…perché il suo perdurare racchiude molte storie, quella della natura e dell’uomo, quella del più forte e del più debole, quella della solidarietà e dell’indifferenza, quella della vita e della morte.

Storie che pensavi già di conoscere, ma nessuno te le aveva mai raccontate così bene come il silenzio!

Io non so in quale parte di ciascuna storia tu ti stia identificando, ma ci sono molte probabilità che sia la peggiore e sai perché? Le cose più importanti si danno spesso per scontate e vengono svestite del loro valore. Il dolore invece lo senti quando ti tocca, perché fa male…ha il sapore amaro della verità.

Hai capito cosa ti ha sussurrato il silenzio?

Siamo di passaggio, siamo degli ospiti! Perciò con il cuore gonfio di gratitudine ed il rispetto per chi è già passato e chi arriverà…ascolta e sorridi!


Listen… listen to this silence that’s surrounding us!

It makes more noise than many words spoken without an important meaning…

Listen… because its persistance contains many stories, the nature and the man one, the strongest and the weakest one, solidariy and indifference one, the life and death one.

All those stories that you already tought you knew, but no one had ever told you as well as silence!

I don’t know in which part of each story you’re going to identify yourself, but there are many chances that it’s the worst and want you know why? The main things are often taken for granted and undressed of their value. Instead, you feel pain when it touches you, because it hurts… It has the bitter taste of truth.

Do you understand what the silence whispered you?

We’re just passing through, we’re only guests! Therefore with a heart swollen with gratitude and respect for those who have already passed away and those who’s coming… listen and smile!

Leave a Reply

Your email address will not be published.