L’importanza della tradizione / The importance of tradition

L’importanza della tradizione / The importance of tradition

Mie care lettrici, miei cari lettori,

quant’è importante per voi tramandare una tradizione?

Non mi ero mai soffermata a pensarci, sempre di fretta, tutto di corsa e quando ti siedi sulla comoda poltrona di casa…non solo è arrivata la sera, ma ti ritrovi grande.

Che parolona “grande”, la utilizziamo tutti quanti da piccoli:

“da grande vorrei….fare l’astronauta”

“da grande porrò fine alla fame nel mondo”

“da grande costruirò il ponte più lungo del pianeta”

E tanti altri sogni e desideri che si trasformano con molta naturalezza in:

“sono diventato grande quasi senza accorgermene, ho fatto tante cose nel mio cammino certo, ma nulla a che vedere con i “grandi” progetti di bambino.”

Però ai ricordi di quel bambino o di quella bambina noi saremo sempre legati, basta un odore… per esempio l’odore del sugo che proviene dalle finestre delle cucine delle case, che ci ricorda quando le nostre mamme ci cucinavano la pasta più buona per il pranzo. Oppure un oggetto, che per tradizione conserviamo e tramandiamo, come fosse la cosa più preziosa sulla faccia della terra, perché lì dentro ci sono custodite le nostre radici, i nostri ricordi, la nostra famiglia.

A me è successo l’altro giorno, di provare inaspettatamente questa sensazione.

Mi sentivo un po’ raffreddata ed un’ amica mi ha consigliato di mettere un fazzoletto di stoffa imbevuto di Olio 31, vicino al cuore, sotto la maglietta.

In un attimo un ricordo della mia infanzia è riapparso nella mia mente, mia nonna Tina mi regalava morbidi fazzoletti di stoffa con ricamate le mie iniziali ed io ero così felice di riceverli che per paura di rovinarli, non li usavo. Li mettevo nel mio cassetto delle mutande insieme a delle saponette profumate.

E sapete? Sono ancora dentro a quel cassetto!

Allora mi sono detta:

“Voglio portare avanti questa tradizione, voglio creare dei fazzoletti di stoffa da regalare a chi amo”

Li ho chiamati “i fazzoletti emotivi” e per iniziare ne sto realizzando qualcuno con l’immagine che più mi rappresenta in questo momento, Fragola, la protagonista del mio primo romanzo.

Un piccolo, sottile, utile oggetto da regalare a chi amiamo, quindi per noi stessi o per un’amica, come amuleto o semplicemente da tenere in borsa, per ricordarci che le cose più semplici sono le più autentiche da tramandare e forse anche quelle che restano più impresse nella pellicola della memoria.

Vi piace la mia idea?

Non appena saranno pronti, ve li mostrerò con tanto piacere!

Noi donne siamo lacrime e parole, quale oggetto meglio di un fazzoletto di stoffa potrebbe racchiuderle?

Con amore

Cristiana


My dear readers,

how important is for you to pass on a tradition?

I never stopped to think about it, always in a hurry, in a rush and when you sit down on your comfortable chair… it’s not just evening but you got adult.

What a “big” word, we all used to say when we were child:

“When I grow up, I’d like to become an astronaut”

“When I grow up, I’ll end hunger in the world”

“When I grow up, I’ll build the longest bridge on the planet”

And many other dreams and desires that naturally change into:

“I grew up almost without realizing it, I did many things along my way, but nothing to do with the “childhood’s big plans”.

But we always have a connection with those child memories, it’s just a smell… for example the smell of the sauce coming from the kitchen which remind us our mum cooking the best spaghetti in the world. Or an item we keep and pass on for tradition, as if it were the most precious thing in the face of the Earth, because our roots, our memories, our family, are kept there.

It happened to me just the other day, when I felt this unexpected sensation.

I was a little cold and a friend of mine suggested me to put a handkerchief soacked in Olio 31 (an essential oil made with 31 kind of officinal herbs) near my heart, under my T-shirt.

In a while, a memory of my childhood reappeared in my mind, my grandmother Tina gave me soft handkerchiefs with my initials and I was so happy to receive them that I never used for not ruin them. I put them in my drawer with some scented soaps.

You know what? They’re still in that drawer!

So I said to myself:

“I wish to carry on this tradition, I want to create handkerchiefs to gift to someone I love”

I called them “the emotional handkerchiefs” and to start I’m making some, with the image that best represent me right now, Strawberry, the star of my first novel.

A small thin useful object to gift to those we love, therefore for us or for a friend, like an amulet or simply to be kept in the bag, to remind us that the simplest things are the most authentic to be handed down and perhaps also those which are burned in mind.

Do you like my idea?

As soon as they’re ready, it will be my great pleasure to show them to you!

We, women, are tears and words, what better item than a handkerchief could enclose them?

With love

Cristiana

Leave a Reply

Your email address will not be published.