Pillola sulla festa della mamma! / A pill on mother’s day!

Pillola sulla festa della mamma! / A pill on mother’s day!

A febbraio mi è stato tolto l’utero a causa di un tumore e, fino ad oggi, non mi ero ancora soffermata ad ascoltare le mie sensazioni. Ho pensato solo alla guarigione ed ho creduto di non provare niente di particolare in relazione al fatto che non sarò mai una mamma.

Prima dell’intervento avevo letto tanto sull’argomento, di come molte donne si possano sentire manchevoli di qualcosa senza l’utero…come se venissero private della loro femminilità e quindi come se fossero…come dire…un poco difettose.

Io non mi sento poco femminile, manchevole o difettosa: sono dispiaciuta per non avere avuto il privilegio di essere una mamma e, in questa giornata più che mai, sento questo piccolo dispiacere prendere voce. Però, riesco ugualmente ad essere felice per tutte le altre mamme e a loro mi rivolgo, per dire di non dimenticare che sono state scelte e, per quanto non sia un ruolo facile, è uno dei più belli al mondo.

Ma per fortuna si può essere anche mamme unconventional! ed io sarò una di queste.

Madre di una figlia pelosa di nome Milla (è mia intenzione allargare la famiglia) ma soprattutto sarò madre delle mie idee e dei miei progetti, perché probabilmente io sono nata per questo, ed ecco il focus:

“Ognuno di noi viene alla luce con un compito e, credetemi, non ce n’è uno migliore di un altro: sono tutti importanti ed una volta compreso il proprio, perché questa è l’impresa più difficile, va portato avanti con gioia e amore.”

Non ci sono impedimenti fisici per diventare ciò che più desideriamo ed allo stesso tempo, la nostra migliore versione.

Perciò un augurio pieno di luce a tutte le mamme, biologiche e unconventional!


In the last February I had my uterus removed due to a cancer and until now I didn’t focused about my feelings. I only thought about healing and I didn’t feel anything special in relation to the fact I will never be a mom.

I had read a lot on the subject before the surgery, how many women can feel lacking without the uterus… as if they were deprived of their womanhood and therefore as if they were… how to say… a bit defective.

I don’t feel a little feminine, lacking or defective, I’m sorry for not having had the privilege of being a mother and on this day, more than ever, I feel this little displeasure taking voice. But I still manage to be happy for all the other mothers and I spoke to them, saying not to forget the’ve been chosen and although it’s not an easy role to play, it’s one of the most beautiful in the world.

But fortunately you can also be mom also in a different and unconventional way! And I’ll be one of these.

Mother of an hairy kid named Milla (I wish to expand my family) but mostly I’ll be mother of my ideas and my projects, because I was probably born for this, and here’s the focus:

“Each of us come to life with a task and believe me, there isn’t one better than another, they are all important and once you understand your own, this is the difficulty, it must be carried out with joy and love.”

There are no physical obstacles to become what we most desire and at the same time the best version of us.

So, many wishes full of light to all mothers, biological and unconventional ones!

Leave a Reply

Your email address will not be published.