Il tenero indovinello / A tender riddle

Il tenero indovinello / A tender riddle

«Guarda Marcella, ce l’ho in pugno?»

«Che cosa Cri, di cosa si tratta?»

«Sono così contenta di averla afferrata, che temo di perderla se la nomino.»

«Va bene ok, non ti seguo, ma almeno cerca di farmi capire.»

«D’accordo! Hai presente quando all’improvviso ti senti magicamente leggero, come un palloncino rosso appena sfuggito dalle mani di un bimbo e voli libero nel cielo?»

«Ehm, onestamente no, durante il lockdown mi sono anche appesantita e mi sa che quel palloncino me lo sono mangiata. Quindi, hai la ricetta per dimagrire li dentro? Dai…dimmi di sì!»

«Ah ah ah…no Marcy, non mi sono spiegata bene. Allora ci riprovo: quando ce l’hai in pugno, vorresti gridarlo al mondo intero, perché ti scoppia il cuore, ti senti come ubriaco senza aver bevuto…e poi…ti do un altro aiutino…è di genere femminile singolare ma va bene per tutti.»

«Cri, ti sei drogata? Cioè hai della droga in quella mano?»

«Ma va…cosa dici? Sai bene cosa ne penso delle droghe e soprattutto sai che non ne faccio uso. Ok, mi arrendo…avvicinati, apro la mano e ti faccio vedere di cosa si tratta.»

✊🏻Il pugno allenta la sua presa ✋🏻

«Non c’è niente qui dentro!»

«Ecco lo sapevo, mi è sfuggita. Era questa la mia paura! Avevo finalmente toccato con mano la felicità e avrei voluto durasse in eterno, per questo la stringevo forte.»

«Oh amica mia, quindi tu stavi custodendo la felicità ? Se me lo avessi detto subito, ti avrei rassicurata sul fatto che la felicità non la si può trattenere ma solo vivere e ti dirò di più: se tu l’avessi subito condivisa, essa sarebbe durata più a lungo. Ma non ti preoccupare, ritornerà nuovamente e la prossima volta invece di tenerla in pugno, respirala, così qualche scintilla rimarrà sempre dentro di te.»

La felicità arriva con mille travestimenti e purtroppo non sempre ci rendiamo conto di averla proprio davanti ai nostri occhi.

Magari dovremmo solo smettere di cercarla.


«Look Marcella, do I have it in my hand?»

«What is it Cri, what is it about?»

«I’m so glad I grabbed it, I’m afraid I’ll lose it if I mention it.»

«Okay-dokay, I’m not following you, but try to make me understand, at least.»

«All right! You know when suddenly you feel magically light, like a red balloon just escaped from the hands of a child and you fly free in the sky?»

«Hmmm, honestly no, during the lockdown I also got heavy and I think I ate that balloon. So, do you have the recipe for weight loss inside that punch? Come on… tell me yes!»

«Ha ha ha… no Marcy, I didn’t make myself clear. So I’ll try again: when you have it in your hand, you’d like to shout it out to the whole world, because your heart breaks, you feel like drunk without having drunk… and then… I’ll give you another little help… it’s gender feminine singular but good for everyone.»

«Cri, are you high? You mean you have drugs in that hand?»

«Come on… what are you saying? You know what I think about drugs and above all you know that I don’t use them. Ok, I give up… come closer, I’m going to open my hand and I’ll show you what it is.»

✊🏻The fist looses its grip✋🏻

«There’s nothing in here!»

«Well I knew it, it got out of my hand. This was my fear! I finally touched happiness with my hand and I wanted it to last forever, that’s why I was holding it tight.»

«Oh my friend, so you were guarding happiness? If you had told me immediately, I would have reassured you that happiness cannot be held back but only lived and I’ll tell you more: if you had immediately shared it, it would have lasted longer. But don’t worry, it will come back again and next time instead holding it, breathe it in, so something will always remain inside of you.»

Happiness comes with a thousand disguises and unfortunately we don’t always realize that we have right before our eyes, perhaps for this very reason, we should stop looking for it.

Leave a Reply

Your email address will not be published.