La mente errante / The wandering mind

La mente errante / The wandering mind

Lasciami qui, io voglio vivere dove l’aria ha il profumo delle stagioni e la voce di uno spazio senza tempo.

Lasciami qui, in questo luogo che conosco ma che, con i suoi piccoli repentini mutamenti, sa sempre come sorprendermi.

Lasciami qui, dove qualcosa di me si è perso tra le pagine sbeccate della vita, lasciando righe bianche da riempire.

Lasciami qui, nessun altro posto saprebbe essere più accogliente e gentile, seppur con angoli pungenti e strettoie che tolgono il respiro.

Lasciami qui, perché questo è l’unico punto dal quale potrei trovare il coraggio di spiccare il volo ed inseguire qualche sogno.

Lasciami qui, incollata al mio presente.

Sai, ti confesso che sono stanca dei nostri voli pindarici fra passato e futuro. Voli che ci hanno portato a compiere innumerevoli viaggi, spesso negli stessi posti, sempre alla ricerca di ricordi e verità che si erano sbiaditi e che ogni volta ci riapparivano in modo diverso.

E poi, quanto abbiamo fantasticato sul nostro avvenire? Ci siamo proiettate in una visione che, puntualmente non si è avverata.

Per questo ti chiedo di lasciarmi nell’unico tempo che conosco e forse al mio terzo respiro profondo, non cadrai in un lungo sonno però, allenterai la presa e sarai finalmente presente.

Lasciami qui, è giunto il momento di concederci la tregua, perché sai, tutto ciò che conta…è solo qui, adesso.


Leave me here, I want to live where the air has the scent of the seasons and the voice of a timeless space.

Leave me here, in this place that I know but which, with its small sudden changes, always knows how to surprise me.

Leave me here, where something of me got lost in the chipped pages of life, leaving blank lines to fill.

Leave me here, no other place could be more welcoming and kind, although with sharp corners and bottlenecks that take your breath away.

Leave me here, because this is the only point from which I could find the courage to take flight and chase some dreams.

Leave me here, stick to my present.

You know, I confess that I’m tired of our fancy flights between past and future. Flights that have led us to make countless journeys, often in the same places, always looking for memories and truths that had faded and that each time reappeared in a different way.

And then, how much have we daydreamed about our future? We projected ourselves into a vision that, on time, didn’t come true.

For this I’m asking you to leave me in the only time I know and perhaps on my third deep breath, you won’t fall into a long sleep however, you will loosen your grip and you will finally be present.

Leave me here, the time has come to give us a break, because you know, all that matters… is only here, now.

Leave a Reply

Your email address will not be published.