Quanti etti? / How many pounds?

Quanti etti? / How many pounds?

Cosa non si farebbe per ricevere un po’ di amore!

Cresciamo con questa fame insaziabile che ci tiene svegli la notte, come se fossimo nati con un buco grande da riempire e ci convinciamo che solo l’amore che ci viene dato, possa riempirlo.

Quindi ogni volta che questa sensazione famelica appare, inizia la nostra missione di procacciatrici. In quel momento però, il fiuto del buon affare si annulla e lo scopo è solo quello di saziare il bisogno.

Perciò ingoiamo rospi come fossero amare caramelle, umiliazioni che ci lievitano dentro, tristezza che ci unge come una noce di burro e solitudine…pesante come le lasagne che faceva mia nonna.

Per un momento quel buco sembra che sia stato colmato…così ti convinci di essere riuscita nell’intento e non importa come ti senti veramente…ma ssshhhh silenzio per favore, fatemi sentire…cos’è questo rumore?

«Hai finito di buttare tutta questa sporcizia qui dentro? Mi hai preso per una pattumiera?»

«Chi sei? Non ti vedo…riesco solo a sentirti…»

«Eh meno male che mi senti. Sai quante volte ho cercato di parlarti ma tu mi hai sepolta di schifezze pur di non ascoltarmi? L’amore non è in vendita e quello che tu credi di ottenere, è solo un surrogato che non ti renderà mai felice.»

«Allora, dove lo trovo? Come posso nutrire questo vuoto?»

«Potresti iniziare a volerti più bene per esempio e pensare che tu vali tanto. Non hai bisogno di nutrirti dall’esterno, accettando qualsiasi cosa, bensì devi scegliere le cose giuste per te, quelle che faranno svanire tutte le sensazioni di disagio che provi ora e soprattutto quelle che ti faranno fare bei sogni.»

«Ma io ho paura di non essere abbastanza!»
«Abbastanza per chi o per cosa? Tu sei Tutto, devi solo crederci.»

………….

“Signora, allora…quanti etti ne vuole? È fatto con amore!”

“Ecco appunto…sarei a dieta, facciamo mezzo etto per questa volta, grazie.”


What wouldn’t you do to get some love!

We grow up with this insatiable hunger that keeps us awake at night, as if we were born with a big hole to fill and we’re convinced that only the love that is given to us can fill it.

So, whenever this hungry feeling appears, our procurement mission begins. At that moment, however, our business sense is canceled and the aim is only to satisfy the need.

So we swallow toads as if they were bitter candies, humiliations that rise inside us, sadness that greases us like a knob of butter and loneliness… heavy like the lasagna made by my grandmother.

For a moment that hole seems to have been filled… so you are convinced that you have succeeded and no matter how you really feel… but ssshhhht, silence please, let me hear… what’s this noise?

«Are you done throwing all this filth in here? Do I look like a trash can to you?.»

«Who are you? I don’t see you … I can only hear you … .»

«Well, good thing you hear me. Do you know how many times I’ve tried to talk to you but you’ve buried me with crap just not to listen to me? Love is not for sale and what you think you’re getting is just a substitute that will never make you happy..»

«So where do I find him? How can I feed this emptiness?»

«You may start loving yourself more, for example, and think you are worth so much. You don’t need to nourish yourself from the outside, accepting anything, but you have to choose the right things for you, those that will make all the feelings of discomfort you feel now and above all those that make you have good dreams disappear.»

«But I’m afraid I’m not enough!»

«Enough for whom or for what? You are Everything, you just have to believe it.»

………….

“Madam, then… how many pounds do you want? It’s made with love!”

“That’s right… I’d be on a diet, let’s do half a pound this time, thanks.”

Leave a Reply

Your email address will not be published.