04/03/201901/03/2020

Le fontane danzanti / The dancing fountains

Di quelle lunghe estati, mi sono rimasti impressi nella mente tanti ricordi ed ancora oggi se chiudo gli occhi, riesco a sentire le fontane danzanti. La pensione si trovava vicino ad un passaggio a livello e tutte le volte che passava un treno, tutto tremava… anche il letto di notte. Al di là della ferrovia...

04/05/201901/03/2020

I giochi e le risate / Games and laughters

«Mamma oggi con chi vado in spiaggia?» «Ho chiesto a Irene e nel pomeriggio starai con lei ed i suoi figli. Sei contenta?» Ecco, ogni giorno era una roulette russa per me: non sapevo mai a chi fosse destinata la mia custodia, perché i miei genitori dovevano lavorare e non potevano tenermi con loro. Così...

04/07/201901/03/2020

Il primo batticuore / The first heartbeat

Le estati passavano velocemente ed arrivai ai miei 12 anni in un attimo. L’adolescenza era arrivata e con lei i primi tormenti. Non avevo più voglia di giocare, ma preferivo ascoltare la musica con il walkman, fantasticando sulle note delle canzoni di Baglioni. Il mio corpo stava cambiando e quella bambina graziosa dai capelli ramati...

04/08/201901/03/2020

Non te ne andare papà / Don’t go away dad

L’estate dei miei 14 anni fu teatro di un evento significativo: la separazione dei miei genitori. Mi svegliavo nel cuore della notte e li sentivo litigare. La loro relazione si era esaurita con brutte parole ed assegnazione di colpe reciproche. Quella fu la prima volta in cui mi sentii impotente di fronte ad un evento...

04/10/201901/03/2020

Black out

Nessun’altra parola poteva rendere meglio ciò che mi stava succedendo: Black out. Era come se degli interruttori dentro al mio cuore e soprattutto nella mia mente, si fossero spenti. Non sentivo più dolore e questo non era poi così male, ma allo stesso tempo io stavo scomparendo. Mia madre mi portò ad un controllo ed...

04/12/201901/03/2020

La ricerca / The search

«Mamma, hai visto le mie foto tessera da qualche parte? Non le trovo e devo andare a rinnovare la carta d’identità». «Le avevi messe in una scatola nella libreria, prova a controllare». Avevo quasi 19 anni, di mio padre non seppi più nulla. Non solo se n’era andato via di casa, ci aveva proprio lasciate...