09/29/201909/17/2021

I clienti della bottega / The shop customers

Quanti tipi strani entravano nella sartoria! C’era Madame Celine, una vedova che abitava vicino a Nôtre Dame, che si faceva realizzare abiti per le serate mondane. Lei amava indossare i pezzi unici e l’unico modo era farseli disegnare e cucire su misura da Eloise, per questo programmava con largo anticipo le sue richieste e veniva...

10/01/201909/17/2021

L’ Etoile ed il cigno nero / The Etoile and the black swan

Colette, aveva la grazia di una Étoile. Mentre le prendevo le misure, sentimmo aprire la porta di casa e lei si diresse verso l’ingresso. «Mon Amour bentornato! Vieni, ti presento l’assistente di Eloise, la sarta. È venuta appositamente per prendermi le misure, ho commissionato a loro il mio abito da sposa. Come sono felice amore.»...

10/03/201909/17/2021

S.O.S scarsa visibilità / S.O.S poor visibility

Pedalavo più forte che potevo per asciugare le lacrime che il mio stato d’animo non riusciva a trattenere. Ci sarebbero voluti due “tergiocchi” per riuscire a vedere bene la strada e, nonostante questo, continuavo a correre… correre… finché fu tutto buio. Una Signora era appena uscita dalla sua macchina ed urlava cercando aiuto. «Aiutatemi… vi...

10/06/201909/17/2021

Il freddo inverno / The cold winter

Mio padre mi aiutò a riprendermi, ma non fu facile! Ci vollero dei mesi e quando uscii di casa per la prima volta dopo l’incidente, c’era la neve e tutti si stavano preparando ad accogliere il Natale. Che meraviglia la città durante le feste natalizie… «Fragola non ti stancare troppo, mi raccomando, ricordati cosa ti...

10/08/201909/17/2021

Aridaje!

Eloise, mi veniva a trovare ogni sera alla chiusura della bottega. A volte si fermava con noi a cena e mi raccontava quello che le era successo durante la giornata. Eravamo diventate amiche e non vedeva l’ora che io facessi ritorno al lavoro ma soprattutto che mi rimettessi in forze. Mi disse che qualche giorno...

10/10/201909/17/2021

Mr Sorriso / Mr Smile

All’angolo della strada che portava a casa mia, c’era sempre appostato un ragazzo che vendeva i giornali. Si chiamava Maximilian, aveva un sorriso magnetico, occhi scuri e profondi, capelli nero corvino ed indossava sempre una coppola. Ogni mattina, quando uscivo per andare alla bottega, Max mi chiamava per offrirmi il quotidiano ma, dopo l’incidente, non...