Articolo06/16/201906/15/2019

Il male minore / The lesser evil

Si trattava di scegliere il male minore, così decisi di “parcheggiare la mia auto in garage.” Decisi che avrei accantonato gli studi universitari per cercare un lavoro che mi permettesse di mantenermi e di costruire la mia indipendenza. Così a settembre andai a riconsegnare il libretto universitario con le lacrime che, trattenute, stavano formando un...

Articolo06/14/201906/15/2019

Due possibilità / Two possibilities

Ci sono sempre due possibilità quando ci troviamo di fronte ad un bivio. Anche se spesso una di queste sembra perdersi nella nebbia quando arriva il momento di decidere e l’unica possibilità che riusciamo a vedere in maniera nitida è sempre quella più ovvia: la fuga! Se c’è una cosa che ho subito imparato è...

Articolo06/12/201906/14/2019

La mia compagna di studi / My study partner

Se fino adesso vi siete fatti un’idea sul mio carattere esuberante, di certo non vi ho ancora parlato di Alessia. Lei era una direttrice travestita da restauratrice: «Non ho voglia di storie, allora…. tu fai questo….. tu vai là….tu invece, cosa stai facendo? … dai su muoviti.» Metteva tutti in riga…. anche coloro che per...

Articolo06/10/201906/14/2019

L’università / The university

Mi piaceva molto studiare, cioè prima del black out, ero una studentessa con grandi capacità intellettive e di apprendimento. Poi come sapete ci fu un buco nero temporale e l’essere riuscita a completare la scuola superiore era già stato un piccolo successo. Ora addirittura l’iscrizione all’ università dei miei sogni, che bello 😍, non ci...

Articolo06/09/201906/13/2019

Il filo rosso spezzato / the broken red thread

Avete mai sentito parlare della storia del filo rosso del destino? Pare sia una leggenda popolare giapponese che narra che ogni uomo ed ogni donna viene al mondo con un sottile filo rosso legato al mignolo. Questo filo crea un legame indissolubile fra due anime destinate a stare insieme solo che, essendo molto lungo, si...

Articolo06/07/201906/13/2019

Tutto è bene quel che… / All’s well that…

Avevo appuntamento con mio padre “l’autista” quel mattino ma prima di uscire telefonai a Francois: Drin drinnnnnn… Drin … Drinnnnn☎️ Lo feci suonare a lungo ma non ci fu risposta. Peccato…………… Gli avrei voluto dire tante cose…. e poi gli avrei fatto conoscere mio padre… Sicuramente si sarebbe fatto una risata ripensando a Filibert! Ma...

Articolo06/05/201906/12/2019

La consegna / The delivery

Wowwwwww….. che meraviglia la residenza! Un enorme giardino all’inglese la circondava ed un vialetto di ciottoli conduceva ad una porta d’ingresso gigante. Ma nulla mi colpì così tanto come quello che vidi varcando la soglia: una scalinata centrale che formava una spirale verso il soffitto, ricoperta di velluto Bordeaux. Io credo che solo in qualche...

Articolo06/03/201906/12/2019

Le promesse / Promises

Un classico, presi conoscenza dopo aver ricevuto qualche buffetto sulle guance ed aver sentito gocce di acqua cadere sul volto. «no no ….aiutoooooo…non so nuotare!!….e poi ho visto un uomo che assomiglia a mio padre….» farfugliando cose di questa entità iniziai ad aprire gli occhi. Porca miseria, quello ero davvero mio padre 😳! Nel tragitto...

Articolo06/02/201906/11/2019

Papà?! / Dad?!

«Wow opera completata !! E sono le 19 del giorno 31 agosto…. siiiii Parigi arrivoooo» Elsa aveva accettato di buon grado che l’accompagnassi in Francia, così andammo a comprare i voli per il weekend successivo alla conclusione dell’opera. Decisi anche di non avvisare François, se era stato destino trovarsi la prima volta di certo doveva...

Articolo05/31/201906/10/2019

Settembre e Parigi / September and Paris

Quando Elsa mi informò sulla riconsegna del dipinto a Parigi, ecco che ripensai a François. Erano già passati alcuni mesi e non ci eravamo più sentiti. In effetti, io per prima, non gli avevo dato più mie notizie e forse avrei dovuto, data la sua amorevole disponibilità. Dall’altro canto neanche François mi aveva mai scritto...